--------------------------
AREA CLIENTI

--------------------------

NWG Energia S.p.a. Società Benefit - Sede legale: Via Sornianese, 91 - 59100 Prato
P.Iva e C.F. N. Iscr. Reg. Impr. PO: 02294320979 - Rea n. PO-521147 - Cap. Soc. € 4.000.000,00 i.v.

Scopri la rete NWG New World in Green:

new world in green

Energie rinnovabili: cosa sono, quali sono le fonti e i loro vantaggi

Molto spesso sentiamo parlare di energie rinnovabili e dei loro vantaggi in termini di sostenibilità ambientale. In questo articolo approfondiremo i temi dedicati alle fonti di energia rinnovabile, esaminando i benefici e parlando dei loro campi di applicazione.

Energie rinnovabili: definizione

Ti sei mai chiesto cosa sono le energie rinnovabili? Proviamo a dare una definizione di energia rinnovabile partendo proprio dalle fonti, che devono avere come caratteristica primaria quella di essere naturalmente reintegrate in una scala temporale umana.

Tra le fonti rinnovabili possiamo annoverare la luce solare, il vento, la pioggia, le maree e le onde, ma anche il calore geotermico. 

Un altro tipo di energia rinnovabile è rappresentato dalle biomasse. Queste ultime possono essere ricavate dalla trasformazione di prodotti vegetali o dei rifiuti inorganici e organici in energia elettrica.

Le risorse rinnovabili hanno limiti?

Le energie rinnovabili, come si può intuire dal nome, non presentano limiti in quanto hanno la capacità di rigenerarsi a fine ciclo. Più corretto sarebbe definire queste risorse non esauribili, a differenza di gas, petrolio e altri combustibili fossili. La presenza di queste ultime in natura, infatti, è limitata a uno stock che, una volta esaurito, non può essere rinnovato. In tal senso, capiamo l’importanza delle risorse rinnovabili come strategia di progresso per la riduzione dell’impatto ambientale e, di conseguenza, per un miglioramento della qualità di vita di ciascuno di noi.

Tuttavia, quando parliamo di energie rinnovabili va analizzato il limite di flusso, ossia quanto possiamo ricavare da quella fonte energetica in base alla disponibilità in un dato ambiente.

Quali sono le fonti di energia rinnovabili?

Le energie rinnovabili si possono distinguere in classiche e non convenzionali. Questa distinzione prende vita dall’impiego nel corso del tempo di tale tecnologia per la produzione di energia.

Nel dettaglio, sono definite energie rinnovabili classiche:

  • Energia geotermica
  • Energia idroelettrica
  • Energia da biomassa

Le energie rinnovabili non convenzionali, invece, sono:

  • Energia solare
  • Energia eolica

Queste ultime sono le fonti energetiche verso cui si concentrano i maggiori investimenti per il futuro, con lo scopo di produrre energia pulita e sostenibile.

eolica

Energia solare: come funziona

Il sole è la prima fonte energetica che ci consente di approcciare al problema dell’energia in maniera innovativa. Grazie agli impianti fotovoltaici, che permettono di convertire la luce solare in energia, è possibile raffreddare o riscaldare case e ambienti di lavoro, ma anche consentire alle aziende operanti nel settore dell’industria di ridurre il proprio impatto ambientale.

Oltre agli impianti fotovoltaici, che garantiscono efficienza e ottime prestazioni per la produzione di energia elettrica, si sono sviluppate anche tecnologie con solare a concentrazione e solare passivo.

Energia eolica: che cos'è e come funzione?

Parliamo di energia eolica quando il processo di produzione è condizionato dal vento. Il meccanismo di generazione dell’energia avviene attraverso le pale eoliche, che producono energia meccanica da cui si genera quella elettrica.

Le pale eoliche sono installate in zone ampie e in pianura, in luoghi in cui è presente il vento in maniera costante e forte.

Energia geotermica: come viene prodotta?

L’energia geotermica funziona a partire dal calore naturale della Terra. Per lo sfruttamento del calore geotermico sono necessarie delle centrali ad hoc, in grado di trasformare l’energia meccanica, che si crea attraverso il movimento di una turbina agitata dal vapore proveniente dal sottosuolo, tramite un alternatore, in energia elettrica.

Energia idroelettrica: come funziona?

Tra le fonti più pulite ed efficienti troviamo l’energia idroelettrica, che deriva dallo sfruttamento dei corsi d’acqua. Questa fonte d’energia soddisfa circa il 4% del fabbisogno mondiale, mentre per alcuni Paesi copre ben il 70% della richiesta. Grazie alle centrali idroelettriche è possibile trasformare il moto naturale di fiumi e corsi d’acqua in energia; in alternativa viene sfruttata una tecnologia ad accumulo

Energia mareomotrice

Tra le fonti alternative c’è anche quella che sfrutta l’energia prodotta dalla forza delle maree, che viene convertita in elettricità con un sistema di turbine.

Energia da biomassa

Le energie da biomassa permettono di finalizzare gli scarti prodotti dall’uomo trasformandoli in energia.

Le biomasse sono ottenute con la raccolta di rifiuti industriali, rifiuti agricoli, legna e rifiuti urbani. Il vantaggio è costituito dal fatto che i generatori da biomasse producono quantità minori di azoto, zolfo e carbonio rispetto a quelle generate dai combustibili fossili.

Tuttavia non sempre questa tipologia di energia viene riconosciuta come green al 100%. Il prodotto ricavato dalle biomasse, infatti,  è un combustibile che si caratterizza per l’alta emissione di P.m. 2.5, le quali risultano essere un agente inquinante oltre a rappresentare un pericolo per i polmoni.

Le P.m 2.5 essendo estremamente piccole hanno la capacità di penetrare in profondità all’interno dell’apparato respiratorio, riducendone l’efficienza e compromettendone il benessere.

Energie rinnovabili e non rinnovabili: quali sono le differenze?

Le fonti energetiche sostenibili spesso vengono chiamate “energie alternative”, proprio perché possono essere utilizzate come sostitutive dei combustibili fossili tradizionali. Tra questi ultimi ci sono il petrolio e il carbone. Vediamo quali sono le differenze tra le energie rinnovabili e quelle non rinnovabili:

energia

La disponibilità

Le energie rinnovabili sono reintegrate nel corso del tempo: ad esempio, la disponibilità della luce solare è legata all’esistenza del sole stesso. Gas, petrolio e carbone, invece, hanno bisogno di un’attività estrattiva. Una volta terminata l’estrazione della risorsa, quest’ultima non si riforma, per cui il giacimento deve essere dismesso. Al contrario, possiamo dire che proprio perché le energie rinnovabili appartengono alla struttura del nostro pianeta, possono essere rinnovate costantemente, quindi non vanno soggette a esaurimento.

Risparmio energetico e riduzione dei consumi

Le energie rinnovabili consentono di risparmiare energia e di ottimizzare i consumi. Se pensiamo a un impianto fotovoltaico, per esempio, gli elettrodomestici possono essere utilizzati di giorno sfruttando l’energia prodotta grazie alla luce solare, facendoci risparmiare sulla bolletta mensile.

I vantaggi delle energie rinnovabili

In base a quanto detto finora, dovrebbero sembrare evidenti i vantaggi delle energie rinnovabili.

  1. La produzione di energia è sostenibile e limita le emissioni nocive per l’ambiente
  2. Le fonti di energia rinnovabile si reintegrano nel corso del tempo e non vanno soggette a esaurimento
  3. Le energie rinnovabili non richiedono alcuna attività estrattiva invasiva che impatti sul paesaggio a livello di inquinamento
  4. Il costo dell’energia proveniente da fonti rinnovabili è potenzialmente più basso rispetto ai costi dell’energia proveniente da fonti nucleari e fossili

Scegliendo le energie rinnovabili per la tua casa o per la tua azienda, non solo potrai godere di tutti i vantaggi dell’energia verde e sostenibile, ma potrai assorbire anche il costo di installazione, per esempio, di pannelli fotovoltaici, per la produzione di energia elettrica e per il riscaldamento di casa: quest’ultimo, infatti, può essere finanziato mediante i bonus e gli incentivi promossi dallo Stato per favorire una strategia di decarbonizzazione globale.

L’importante è scegliere un consulente per l’energia serio e affidabile, che ti consenta di adottare una soluzione personalizzata in base alle tue esigenze.

Energie rinnovabili in Italia: le più usate e a che punto siamo

L’esigenza di uno stile di vita sostenibile ha portato i Paesi europei e non solo a riflettere su strategie di decarbonizzazione che consentiranno, dal punto di vista energetico, una maggiore diffusione delle energie rinnovabili. 

Nel nostro Paese va diffondendosi sempre più una maggior sensibilità verso le fonti di energia rinnovabile, che consentirà il conseguimento degli obiettivi di decarbonizzazione previsti dall’Agenda 2030. L’Italia, da questo punto di vista, si muove in anticipo, avendo raggiunto gli obiettivi previsti per il 2020 dalla Direttiva Europea 2009/28/CE già nel 2017.

Il raggiungimento dei prossimi obiettivi sarà proporzionale al diffondersi dell’energia solare, nello specifico del fotovoltaico e di quella eolica. Sono queste le energie rinnovabili, infatti, che guideranno la crescita della diffusione della green energy, come dimostra il Piano Nazionale Integrato per il Clima e l’Energia proposto dal MiSE all’Unione Europea.

Tuttavia, tale crescita non sarebbe possibile se non attraverso il fondamentale impegno dei singoli. Uno stile di vita più sostenibile parte proprio da chi sceglie le fonti di energia rinnovabili per la produzione di energia elettrica e il riscaldamento di casa. 

Grazie a privati e aziende che scelgono offerte di energia 100% green, come i clienti di NWG Energia, in Italia cresce sempre di più il numero di persone che sfruttano risorse verdi.

In particolare, NWG Energia, in quanto B Corp, consente ai propri clienti di usufruire di energia pulita in quanto si approvvigiona solo da tre fonti, quali eolico, fotovoltaico e geotermico.  Questa scelta è dovuta al fatto che sfruttando alcune delle energie rinnovabili si riduce notevolmente l’impatto delle emissioni.

Non tutte le energie rinnovabili, infatti, sono uguali. Basti pensare all’energia idroelettrica che viene prodotta con una tecnologia invasiva. Quest’ultima, in realtà, richiede la costruzione di centrali e di infrastrutture che si contraddistinguono per un forte impatto sul territorio.

Inoltre, NWG Energia sceglie il fotovoltaico, l’eolico e il geotermico anche in alternativa all’energia prodotta da biomassa e dal nucleare. Queste sono scartate proprio perché la prima risulta controversa, soprattutto, in merito alle emissioni di particolato, mentre la seconda produce rifiuti rischiosi che devono essere stoccati e smaltiti in modo corretto per evitare incidenti e ingenti danni ambientali.

Il futuro delle energie rinnovabili: quali saranno le nuove energie?

Nonostante i risultati raggiunti, occorre comunque accelerare per raggiungere gli obiettivi dell’Agenda 2030. Sarà fondamentale incentivare il recupero degli edifici per un miglior efficientamento energetico, oppure la diffusione dell’energia solare tramite l’installazione di pannelli fotovoltaici.

Anche lo scambio di energia va incentivato e sostenuto per consentire di ottimizzare ulteriormente le risorse energetiche. Attraverso lo scambio sul posto tutta l’energia prodotta può essere valorizzata, consentendo alla rete di recuperare le eccedenze.

Per esempio, se abbiamo un impianto fotovoltaico domestico una volta coperto il proprio fabbisogno energetico è possibile cedere energia alla rete, in un sistema compensativo che ha un effetto misurabile proprio in bolletta.

Questo sistema è conveniente perché consente di non disperdere le risorse e allo stesso tempo permette di ammortizzare i costi legati ai propri consumi.

Contrastare i cambiamenti climatici sarà la sfida che riguarderà tutta l’umanità nel prossimo futuro, e in questo senso le energie rinnovabili faranno da traino. Tra le fonti chiamate ad affermarsi in maniera più incisiva ci saranno il solare e l’eolico in particolar modo in Europa.