--------------------------
AREA CLIENTI

--------------------------

NWG Energia S.p.a. Società Benefit - Sede legale: Via Sornianese, 91 - 59100 Prato
P.Iva e C.F. N. Iscr. Reg. Impr. PO: 02294320979 - Rea n. PO-521147 - Cap. Soc. € 5.000.000,00 i.v.

Scopri la rete NWG New World in Green:

new world in green

Net Zero 2050: cos’è e come raggiungerlo

Le emissioni di gas serra sono responsabili del riscaldamento globale e del cambiamento climatico. Per contrastare le conseguenze delle alte concentrazioni di gas climalteranti nell’atmosfera sono stati fissati obiettivi net zero a livello nazionale, continentale e globale.

Si tratta di un approccio rivolto alla riduzione delle emissioni di gas ad effetto serra, puntando sulla sostenibilità ambientale e la transizione energetica con il passaggio dalle fonti fossili alle energie rinnovabili. Vediamo cosa significa esattamente emissioni net zero e quali sono i target previsti per il 2030 e il 2050.

emissioni zero

Cosa significa net zero

Con l’espressione net zero ci si riferisce a una condizione di emissioni nette zero. Non significa dunque azzerare le emissioni di gas serra prodotte dall’attività umana, ma cercare di raggiungere un equilibrio tra la quantità di CO2 immessa nell’atmosfera e quella assorbita ed eliminata tramite processi biologici e meccanici.

È un obiettivo più realistico rispetto a quello di emissioni zero, in quanto prende atto che mentre in alcuni settori è possibile azzerare le emissioni, in altri come l’agricoltura e l’aviazione è inevitabile continuare a produrre gas che alterano il clima. Ovviamente rimane fondamentale diminuire le emissioni di carbonio, ma laddove non è possibile portarle e zero si può intervenire compensandole attraverso altre attività climaticamente positive.

emissioni

Net Zero 2030 e 2050

Per contribuire al raggiungimento di un futuro più sostenibile, in cui l’attività antropica avrà un impatto ridotto o nullo sul clima, aziende e governi hanno fissato le proprie strategie di riduzione delle emissioni di gas serra. Per un’impresa privata è più semplice stabilire obiettivi ambiziosi, mentre per i paesi questi target sono più complessi da raggiungere.

Per questo motivo molte aziende hanno scelto l’obiettivo net zero 2030, ovvero vogliono diventare attività a emissioni zero nette entro il 2030. Molte nazioni invece hanno preferito optare per il target net zero 2050, come l’Unione Europea che ha fissato al 2050 il raggiungimento della neutralità climatica come previsto nel Green Deal Europeo.

net zero

Come raggiungere obiettivi net zero

Il net zero è un obiettivo di lungo termine, attraverso il quale cercare di fermare l’aumento della temperatura globale e mantenerlo a 1,5°C entro la fine del secolo, come richiesto dall’Accordo di Parigi sul Clima. In questo caso bisogna innanzitutto diminuire le emissioni dirette e indirette, utilizzando energie verdi al posto dei combustibili fossili e riducendo la carbon footprint dei prodotti, servizi e processi.

Inoltre, è necessario sviluppare tecnologie applicabili su larga scala per catturare la CO2 dall’atmosfera e rimuoverla, oppure lavorare alla compensazione delle emissioni che non possono essere ridotte o azzerate. Per compensare le emissioni si possono piantare alberi tramite campagne di riforestazione, aumentando la capacità dei biosistemi vegetali di assorbire l’anidride carbonica presente nell’atmosfera.

A livello personale ognuno può contribuire agli obiettivi di emissioni nette zero, ad esempio iniziando a risparmiare energia in casa usando gli elettrodomestici in modo responsabile, oppure installando un impianto fotovoltaico per generare elettricità pulita per coprire una parte del proprio fabbisogno energetico. Anche le scelte di consumo possono supportare la rivoluzione verde, dall’acquisto di cibo sostenibile a quello di prodotti eco-friendly con una bassa impronta ecologica.